5 MINUTI... DOPO LA SVEGLIA

Buooongiorno e buon lunedì (ve lo auguro)! :D
Oggi metto da parte le recensioni (ebbene si, non vi assillerò con inci, formulazioni, swatches ecc., ma solo per oggi, non cantate vittoria! :D) per partecipare ad una rubrica creata dalle bravissime blogger CosmeticMind e Redditude, se non le conoscete già, ma ne dubito, vi consiglio assolutamente di visitare i loro blog, sono sempre interessanti e fonte di ispirazione.
Si chiama 5 MINUTI: my super fast beauty routine, cliccate qui e qui per leggere i post introduttivi che spiegano in cosa consiste e come partecipare. In realtà questo è il volume 2, c'è anche una prima edizione, che trovate facilmente sui vari blog perchè è stata seguitissima. Io purtroppo non sono riuscita a partecipare a quella, ma alla notizia dell'arrivo della seconda parte non ho voluto assolutamente mancare!

Dunque, nella prima puntata ci viene chiesto di raccontare cosa facciamo nei 5 minuti che seguono quel momento drammatico innescato dal suono del congegno infernale comunemente chiamato sveglia. Se dovessi dire quello che faccio 5 minuti esatti dopo il suono della sveglia sarebbe molto semplice: tentare di riprendere tutte le mie facoltà mentali, o almeno quelle che mi servono per alzarmi dal letto e trascinarmi verso la cucina e l'unica fonte di salvezza, il caffè.
Vorrei tanto potervi raccontare di quanto sia bello svegliarsi la mattina e sentire gli uccellini cantare, l'aria fresca che entra dalla finestra, con la voglia di andare a fare una corsetta al parco, ma la realtà è ben diversa: la sveglia è un trauma, sempre.
Dopo aver assunto la dose di caffè che mi permette di esprimere concetti di senso compiuto e fare azioni complesse, insieme al resto della colazione naturalmente, sono pronta per la mia beauty routine mattutina, a cui aggiungo solamente il make up se devo uscire di casa.


Mentre per la routine serale uso parecchi prodotti, soprattutto per la fase dello "struccaggio", per la mattina cerco di essere il più essenziale possibile. Acqua fredda è la parola d'ordine per rinfrescare il viso e riattivare la microcircolazione, oltre che per darmi una sferzata di energia. 
Come detergente sto utilizzando il Detergente purificante al Cetriolo di ioEco; è un gel molto leggero e anch'esso molto fresco, che lascia una bella sensazione sulla pelle e non tira. Quando l'ho acquistato ero un pochino scettica, perchè non ne avevo mai sentito parlare, ma l'acquisto azzardato si è rivelato tutt'altro che un flop. In combo con quest'ultimo utilizzo la mia amata spazzolina elettrica per il viso Sonicleanse di Rio, presa su QVC ormai più di un anno fa, che credo somigli moltissimo al Clarisonic ma sicuramente non nel prezzo! 
Infine completo la mia breve ma intensa routine con la crema attiva di Alva al Rhassoul, adatta per pelli impure come la mia (purtroppo), che mi aiuta abbastanza a tenere a bada punti neri e brufoletti e allo stesso tempo idrata bene la pelle senza ungerla. In realtà adesso che comincia ad esserci un sole parecchio intenso quando esco la mattina metto la crema solare al posto di questa, che invece non ha nessun filtro solare.
Comunque pian piano troverete tutte le recensioni qui sul blog, sono ancora in fase di testing.

Sono molto contenta di essere riuscita finalmente a iniziare questa rubrica e vi invito a partecipare in tante! :) Naturalmente noi ci rivediamo la settimana prossima per la  seconda puntata! :*

Commenti

  1. Mi sono rotolata dal ridere al "congengno infernale comunemente chiamato sveglia"! Ahahah!
    Interessante quel detergente, le cose al cetriolo mi ispirano un sacco, fanno tanto estate!
    Comunque se vuoi recuperare gli episodi vecchi fai pure ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :D Il detergente è stata una piacevole scoperta ed è vero, il cetriolo è perfetto per l'estate, molto rinfrescante. :) Comunque dopo questo nuovo volume recupero quello vecchio, ci ho preso gusto! :P

      Elimina
  2. Uhm... Ma sai che non ho mai sentito parlare di io-Eco? Quanti bei marchi che si scoprono grazie a questa rubrica! Io ho una venerazione per il cetriolo (ehm... in senso stretto eh, nessun doppiosenso), probabilmente quel detergente piacerebbe anche a me *_*
    Ci fa un gran piacere leggere anche te in questo nuovo volume della rubrica, quindi benvenuta! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Anche a me fa molto piacere partecipare! :D Comunque nemmeno io conoscevo IoEco prima di vedere questo detergente sullo scaffale del supermercato, è stato un appuntamento al buio ben riuscito! :D

      Elimina
  3. uh il gel al cetriolo mi ispira un sacco! Dei prodotti di Alva ho sentito parlare moltissimo sopratutto di questa linea per pelli impure. Ora non fanno più al caso mio ma se in passato fossi stata attenta di più agli inci (va beh era tutta un'altra epoca e non esistevano gli ecommerce beauty) magari mi avrebbero aiutata durante l'adolescenza brufolosa :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questa linea Alva devo dire che è molto strong, tantissimi olietti ed estratti adatti alla pelle impura, si sente proprio sul viso che non è una cremina all'acqua fresca come a volta capita di trovare. Non la consiglierei a chi non ha questo tipo di pelle, sarebbe sprecata. ;)

      Elimina
  4. Ciao Mary:) Mi hai fatto morire con il congegbo infernale chiamato sveglia:D baciond

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :D Non avrei saputo definirla diversamente! Ciaooo bella! Un bacio :*

      Elimina

Posta un commento